Scroll Top

Apple Mac mini 2023

Di recente Apple ha aggiornato il suo listino inserendo il Mac mini versione 2023, proposto con due versioni di SoC: oltre al modello base con M2, anche una versione dotata di chip Apple M2 Pro.
Il nuovo Apple Mac Mini 2023 è stato progettato per offrire prestazioni eccezionali, soprattutto per quanto riguarda l’elaborazione di media, l’editing fotografico pesante e i benchmark.

Inoltre, il modello M2 Pro è in grado di superare i precedenti record di prestazioni stabiliti dal modello M1 Max nella Mac Studio e dall’Intel Xeon W-3245 del 2019.

Il Mac Mini 2023 mantiene lo stesso design della precedente versione che è un rettangolo di alluminio con un logo centrato sulla parte superiore. La parte posteriore è nera e viene fornito anche con un cavo di alimentazione nero.

I modelli M1 e M2 presentano gli stessi ingressi per numero e tipologia, ma il modello M2 ha sostituito il protocollo Thunderbolt 3 con il Thunderbolt 4, offrendo una migliore velocità di trasferimento dei dati e un più ampio supporto per i display (fino a due monitor contemporaneamente: un monitor con risoluzione fino a 6K a 60Hz collegato via Thunderbolt e un monitor con risoluzione fino a 5K a 60Hz collegato via Thunderbolt o con risoluzione 4K a 60Hz collegato via HDMI).

Nella parte posteriore troverai tutti i dettagli I/O necessari. Le porte sono esattamente le stesse del modello di prima: 2 Thunderbolt 4, 2 USB-A, HDMI, Gigabit Ethernet, jack audio. Attenzione però: la versione con M2 Pro ha 4 porte Thunderbolt, e la sua HDMI è una 2.1 anziché 2.0 (ovvero 4K@60Hz anziché a 30.

Entrambi i modelli offrono prestazioni simili a quelle del Mac Studio, ma con un prezzo più conveniente. Inoltre, offre opzioni espandibili come Wi-Fi 6E, Thunderbolt 4, HDMI, Ethernet e USB-A.

Il M2 Pro è un processore M2 significativamente più avanzato rispetto alla serie M1.
Vanta quattro core di prestazioni più efficienti, otto core di alte prestazioni, fino a 19 core grafici e capacità di memoria maggiorata.

Inoltre, come accennato in precedenza, Apple ha anche aggiunto due porte Thunderbolt aggiuntive che consentono una maggiore connettività e supportano una risoluzione di 5K su due display esterni.
Le prestazioni del processore M2 Pro sono paragonabili a un mid-range desktop Intel Core i5 o AMD Ryzen 7 7700X e consuma circa la metà dell’energia consumata dal processore Intel o AMD. Apple ha anche aggiunto il Wi-Fi 6E e il Bluetooth 5.3

Nella sua configurazione di base, il processore M2 offre 8 CPU-core e 10 GPU-core mentre la configurazione M2 Pro predefinita offre una CPU 10-core (sei core di prestazioni e quattro core di efficienza) e una GPU da 16 core, ma è possibile anche aggiornarlo con una CPU da 12 core (otto core di prestazioni e quattro core di efficienza).

Tra le due piattaforme cambia anche il quantitativo massimo di memoria unificata supportata: La versione base con chip M2 può infatti essere configurata con un quantitativo di memoria unificata che va da 8 a 24 GB, mentre il modello con M2 Pro offre configurazioni che passano da 16 a 32 GB.

Se la componente grafica non è tra le vostre priorità e già sapete che non andrete a sfruttarla per quelle che sono le sue capacità, allora è sicuramente una buona cosa optare per il modello con M2 base.
Compiendo un ulteriore passo in avanti in termini di potenza di calcolo necessaria, specialmente in termini di grafica, allora è sicuramente consigliabile passare alle versioni con chip M2 Pro.

Nel confronto Mac mini M2 vs M1 è logicamente il primo a uscirne vincitore, con circa il +10% in single-core, +14% in multi-core, e soprattutto quasi un 40% di prestazioni in più sul fronte GPU, forte anche di due core in più rispetto al precedente modello.

Apple Mac mini M2 viene definito nelle prime recensioni USA come il computer desktop più versatile e interessante attualmente proposto da Apple.
Anche nei test più lunghi e impegnativi, con codifica video e rendering, la ventola del Mac mini non si è mai accesa o non si è mai fatta sentire.

In termini di prestazioni nella fascia alta M2 Pro se la gioca con gli ultimi processori di Intel e AMD. Ma anche se in alcune operazioni M2 Pro non raggiunge i picchi di potenza dei concorrenti, Apple sovrasta tutti con una efficienza energetica di un altro livello.

Il tuo Mac mini darà il massimo insieme a Studio Display, uno splendido display Retina 5K da 27″ che integra anche una videocamera da 12MP con Inquadratura automatica e un sistema audio hi-fi a sei altoparlanti. E per completare la scrivania in bellezza puoi aggiungere gli accessori wireless della serie Magic, come la Magic Keyboard con Touch ID.

Gli acquirenti hanno la possibilità di scegliere tra due opzioni di prezzo:
per il modello base 729 € con CPU M2, 8 GB di memoria e 256 GB di storage SSD, oppure il modello M2 Pro da 1.579 € con 16 GB di memoria e 512 GB di storage SSD.

Post Correlati
Clear Filters

La Epson EcoTank ET-4850 è una stampante a getto d’inchiostro all-in-one A4 con un serbatoio d’inchiostro ricaricabile al posto delle…

Logitech G PRO X 2 LIGHTSPEED è la nuova generazione di cuffie da gioco di Logitech G. Sono stati aggiunti…

Anche Dell si è unito al club dei laptop da 16 pollici con il nuovissimo modello Alienware m16 R1 (2023)….